il metodo

E’ il trattamento elettivo per la riduzione del volume dell'arto affetto da linfedema o lipedema, associato al bendaggio multistrato; dà sollievo e accompagna le mamme durante la gravidanza, anche riducendo la perdita di elasticità cutanea; prepara e poi accelera i tempi di recupero dei tessuti e il loro ritorno alla normalità  nella medicina e chirurgia estetica; essendo molto delicato, ritmico e tranquillo, è il trattamento antistress per eccellenza. E' cura integrata della fibromialgia

Il Linfodrenaggio Manuale agisce direttamente sul Sistema Linfatico, che ha il compito di ripulire i tessuti di tutte le loro sostanze di scarto, accelerando la eliminazione di tossine e il decorso di processi infiammatori acuti e cronici.

 


cosa cura

- Liquidi in eccesso

- Edemi venosi ed arteriosi

- Lipedema / Linfedema  (primario e secondario)

- Edemi post traumatici: ematomi, distorsioni, lussazioni, lesioni tendinee, legamentose, meniscali, borsiti, sindrome del tunnel carpale, pollice da sci, dito a scatto, strappi muscolari, postumi di fratture, Distrofia di Sudeck

- Edemi post operatori: in ambito oncologico, ortopedico, odontostomatologico, estetico, stripping, trapianto di cute, cicatrici…

 - Mantenimento elasticità cutanea: gravidanza, diete…

- affezioni dermatologiche: acne vulgaris, rosacea, dermatite periorale, eczemi allergici e cronici..

- Stress

- Cicatrici 

- Malattie sistemiche del Tessuto Connettivo: Sclerodermia, Lupus Erythematosus, Polimiosite, Dermatomiosite

Edemi locali del SN centrale e periferico: CefaleaSindrome di MeniereTinnitus e disturbi dell’uditonevralgia del trigeminoparesi faccialenevralgia da Herpes Zosterbambini “linfatici”

- Affezioni reumatologiche : Artrite ReumatoideArtrosiPoliartrite CronicaMorbo di Bechterew , Artropatie …

- Insufficienza  venosa ed arteriosa: ulcere venosearteriose e diabetichevariciClaudicatio Intermittens

- Infiammazioni croniche locali delle vie respiratorie: Sinusite cronicaOtite cronicacatarro tubaricoraffreddore cronicobronchite asmatica e cronicatonsillite cronica …

Stipsi, Colite Ulcerosa

- Elimina le tossine

Sindrome premestruale ed edema ciclico idiopatico

Panniculopatia edemato fibrosclerotica (cellulite)

Mialgia

Fibrosi


i benefici

  • Drenante: riassorbe i liquidi in eccesso
  • Rilassante: decontrae la muscolatura
  • Tranquillizzante: agisce sul Sistema Nervoso Vegetativo
  • Decontratturante: normalizza la motilità intestinale

Il trattamento

Il Linfodrenaggio è caratterizzato da manovre lente, ritmiche e delicate, la cui pressione è data dallo spostamento della pelle rispetto ai piani sottostanti, permettendo così l’apertura di piccole finestre nel capillare linfatico. Esse permettono il passaggio di tutte le sostanze prodotte dal catabolismo cellulare, caratterizzate da dimensioni molto grandi, che altrimenti non riuscirebbero ad attraversare i pori dei vasi linfatici. 

Differisce dal massaggio classico o da quello detto “drenante” perché, quest’ultimo, ha una azione come di spremitura del tessuto, andando ad agire solo sulla componente acquosa che accompagna e diluisce le sostanze del catabolismo cellulare.

Il paziente è disteso in modo confortevole sul lettino e coperto da un lenzuolo nelle zone non trattate; si inizia con la apertura delle stazioni linfonodali del collo , dove confluiscono tutti i vasi linfatici del corpo per riversare nel sistema venoso la linfa raccolta nel corpo; si continua poi con il protocollo specifico del caso.

In caso di pazienti affetti da Linfedema o Lipedema, il Linfodrenaggio Manuale è il protagonista principale della Terapia Decongestiva Complessa che prevede il bendaggio multistrato, una eventuale fisioterapia specifica (Terapia Manuale, Terapia Posturale) e la attività motoria.  

Un ciclo base prevede 10 sedute con frequenza di almeno 2 volte a settimana. Ogni seduta ha una durata di circa 50 minuti.


Origine del metodo

Nell’anno 1932 il Dr. Vodder e sua moglie lavoravano a Cannes in Riviera come esperti di massoterapia. Avevano allora come pazienti, in generale, degli inglesi che soggiornavano in tale zona per la cura delle loro malattie da raffreddamento che, condizionate dal clima umido del loro Paese avevano assunto un carattere cronico. 

I Vodder notarono che tutti i pazienti presentavano noduli linfatici gonfi in corrispondenza del collo. Allora il sistema linfatico era tabù per massaggiatori, anche medici. Vodder osò rompere il tabù, trattò istintivamente tali nodi linfatici tumefatti ed ebbe successo. 

Sparirono le malattie da raffreddamento, e così sviluppò – confortato da tale successo – la tecnica di linfodrenaggio manuale secondo Vodder, così come la studiamo ed applichiamo oggi. 

Il metodo fu presentato al pubblico per la prima volta nel 1935 e fu pubblicato nel 1936 a Parigi. Da allora – per quasi 40 anni – ha lavorato come massaggiatore, ha esposto il metodo come conferenziere, ha eseguito con sua moglie dimostrazioni di trattamento e tenuto dei corsi. Tutto ciò gli conferisce la priorità.

Questa attività da pioniere ha attirato l’attenzione di massaggiatori, esperti in cosmetica e medici, cosa che ha condotto alla fondazione di una “Società per linfodrenaggio manuale del Dr. Vodder” nel 1967, il cui compito era di trovare fondamenta scientifiche agli effetti del D.L.M. e di formare in modo ottimale i singoli gruppi professionali. Detta società fondata nel 1967 per il D.L.M. di Vodder venne integrata nel 1976 nella società tedesca di Linfologia, quale sezione di “linfodrenaggio terapeutico” e “linfodrenaggio cosmetico–dermatologico”. Divenne poi nel 1972 “Società per linfodrenaggio manuale del Dr. Vodder, sede Walchsee”. La scuola Dr. Vodder fondata nella stessa città fornisce il metodo originale insegnandolo senza falsificazioni.